Il Globo si arrende a Battipaglia e saluta la serie B

Vincere a Battipaglia avrebbe consentito ai ragazzi de Il Globo Isernia di sperare ancora nella salvezza. Invece, al termine di una gara giocata a tratti alla pari, gli isernini si sono arresi alla squadra campana, che ha guadagnato due punti che le danno la certezza dei playout.

I molisani hanno pagato a caro prezzo il break iniziale. E anche quando sono riusciti a risalire nel secondo quarto, il momento magico è durato poco e i battipagliesi non hanno avuto grossi problemi a rimpinguare il vantaggio e a vincere la partita in scioltezza.

E così, con quattro giornate di anticipo, Il Globo Isernia saluta la serie B al termine di una stagione sfortunata e iniziata con altri obiettivi. Ed effettivamente nella prima parte del campionato il team allenato da Canzano e Corbo ha giocato dell’ottima pallacanestro, creando problemi anche a squadre molto più quotate e sfiorando la vittoria in numerose occasioni. Poi qualcosa si è inceppato: infortuni, sponsor saltati, partenze di giocatori importanti. Onore a chi è rimasto a lottare e lo farà fino alla fine, onorando una maglia e una città.

Il Globo Isernia, dopo la retrocessione dello scorso anno, aveva deciso di presentare domanda di ripescaggio spinta dagli amministratori locali e da tanti tifosi. I primi, in particolare l’assessore allo sport Matticoli, sono stati vicini alla squadra, dimostrandosi interlocutori sempre presenti per risolvere ogni problema. Per quel che riguarda i supporters, onore a quelli che sosterranno i ragazzi fino all’ultima giornata di campionato con il solito calore.

Non si può non sottolineare poi che per la maggior parte dei giocatori de Il Globo questa non è stata solo la prima esperienza in serie B, ma la prima in un campionato senior. E tutti i giovanissimi messi in campo da Canzano e Corbo hanno giocato senza paura, crescendo partita dopo partita e lottando sempre come gladiatori. Sicuramente quest’avventura ad Isernia sarà utile per la loro crescita non solo come cestisti, ma come persone.

Forse sarà stata una follia rifare un campionato di serie B, ma la passione e l’amore per la pallacanestro che animano la società isernina sono più forti della ragione. Il Globo ha provato ancora una volta a regalare emozioni e sport di qualità ad una città in agonia, dove il lavoro scarseggia e i pochi svaghi sono offerti da uomini coraggiosi che spendono tempo e soldi per fare sport in una terra in cui è difficile trovare sponsor, a parte qualche imprenditore illuminato che non può non essere ringraziato.

Non si sa cosa regalerà il futuro a “Il Globo Basket”. Una cosa è certa: l’amore per questo sport e per la città di Isernia non moriranno.

Domenica il campionato si ferma per le festività pasquali. L’8 aprile l’Isernia affronterà Barcellona tra le mura amiche.