Così non va, brutta sconfitta a Patti

Per Il Globo Isernia vincere a Patti era fondamentale per non perdere il treno salvezza. La squadra isernina, però, senza Patani, Antonicelli e Saletti (quest’ultimo ha risolto il contratto con Il Globo) non è riuscita a portare a casa i due punti, pagando a caro prezzo un pessimo primo quarto perso 25-5.

Canzano ha mischiato le poche carte a sua disposizione e cambiando difesa è riuscito a rosicchiare qualche punto ai padroni di casa, che però sono stati molto precisi al tiro da tre (43%). Il Globo non è stato capace di sfruttare i momenti favorevoli, facendosi fischiare falli tecnici (ben tre) che potevano e dovevano essere evitati. Protestare con gli arbitri (che hanno diretto bene la gara), nonostante gli inviti alla calma di Canzano e Corbo, è costato caro: nell’ultimo quarto, quando l’Isernia era risalita con le unghie e con i denti a -6, Murolo si è fatto fischiare il secondo fallo tecnico che l’ha costretto ad uscire (buona la sua prova sul campo con 25 punti, 7 rimbalzi e 5 assist). Smorra (13 punti) ha provato a tenere in piedi la baracca, ma Patti è stata spietata ed è tornata prepotentemente in vantaggio vincendo meritatamente 81-66.

Da segnalare, tra gli isernini, la prova di Iovinella, che ha segnato 7 punti e ha lavorato molto bene in difesa.

Mercoledì ad Isernia arriva Venafro, che dopo aver ceduto il titolo a Caserta si è notevolmente rinforzata. Dopo Norman Hassan, potrebbe arrivare Metreveli. La squadra di Mascio ha ormai un roster da playoff e arriverà al Palasport di Isernia per vincere quello che è ormai un “mezzo derby”. Il Globo darà il massimo per vincere. La sconfitta di Battipaglia contro Valmontone non ha ancora spento le chances di salvezza dei ragazzi di Canzano. Ora, però, bisogna solo pensare a giocare. E gli isernini sanno come si fa.