Contro la corazzata Palestrina non basta un super primo tempo

Dopo un primo tempo stellare (con un primo quarto da 30 punti!), Il Globo Isernia si è arreso alla corazzata Palestrina, che dopo l’intervallo lungo è rientrata in campo con il sangue agli occhi. Del resto, è una delle favorite alla vittoria finale e non poteva commettere altri passi falsi dopo la sconfitta contro Scauri all’esordio.

Il Globo è partito forte con Patani (19 punti e 9 rimbalzi), Smorra (8 punti), Riccio (12 punti) e Murolo (16 punti e 7 rimbalzi!), sorprendendo i padroni di casa che probabilmente pensavano fosse facile sbarazzarsi degli isernini, ma si sbagliavano di grosso. Coach Canzano e il suo assistente Corbo avevano preparato meticolosamente questa partita, e i risultati si sono visti. Poi, certo, Palestrina ha fatto vedere il suo vero potenziale e ha cacciato la grinta, sostenuta anche dal pubblico di casa che non avrebbe preso bene un’altra sconfitta.

Il punteggio finale non è forse veritiero e sicuramente hanno inciso anche i numerosi errori arbitrali e la situazione falli di molti isernini, ma coach Canzano può essere soddisfatto dei suoi: Isernia con i suoi pochi centimetri ha dominato a rimbalzo (46 a 35) e ha fatto vedere un bel gioco che fa ben sperare per il prosieguo di questa lunga, complicata stagione. Finalmente c’è serenità in campo, quella che mancava lo scorso anno. Merito sicuramente di coach Canzano, ma anche di questi ragazzi, che stanno dimostrando di aver voglia di lavorare con umiltà e di fare bene. Certo, la strada è ancora lunga e il cammino pieno di insidie.

Domenica ad Isernia arriva la Tiber Roma, ancora a zero punti come gli isernini dopo le gare contro Barcellona e Capo D’Orlando. I ragazzi di Canzano devono continuare a lavorare con la stessa grinta e la stessa serenità e i risultati arriveranno. La prossima gara sarà trasmessa in diretta su YouTube sul canale della Lega Nazionale Pallacanestro.

Attachment