Il Globo sfiora la vittoria all’esordio

Il Globo Isernia ha sfiorato la vittoria nell’esordio casalingo contro Cagliari. I ragazzi di Canzano hanno dimostrato di essere sulla strada giusta,anche se c’è ancora molto da fare.

Nonostante la giovanissima età (e nonostante le condizioni non ottimali di Smorra e Patani), gli isernini sono scesi in campo senza aver paura degli avversari più esperti e blasonati (Vanuzzo ha vinto lo scudetto con Sassari nel 2014).

Nel primo quarto l’emozione si fa sentire (per molti era l’esordio in serie B), ma poi nel secondo quarto Smorra (12 punti) suona la carica e gli ottimi Razzi (11 punti e 6 rimbalzi) e Riccio (11 punti) rispondono. L’Isernia vola sul +7. Il pubblico, numeroso nonostante l’orario insolito (ore 15), impazzisce e lotta insieme ai suoi beniamini.

Purtroppo al rientro in campo Isernia paga a caro prezzo la giovane età e subisce la rimonta di Cagliari, che è più cinica e spietata sia dall’arco che sotto canestro.

I sardi prendono il largo, ma Isernia non si arrende e lotta fino alla fine, uscendo poi tra gli applausi del pubblico amico.

Nonostante la sconfitta, si sono visti segnali positivi: Isernia ha fatto vedere un bel gioco e tanta grinta contro una squadra che punta ai vertici della classifica. Anche la difesa isernina ha lavorato bene. Certo, c’è ancora tanto da fare e di questo è consapevole anche coach Canzano, che ha comunque ringraziato i suoi per la prova e per l’intensità di gioco. Anche il coach degli avversari, Giuseppe Caboni, è rimasto sorpreso dalla prova degli isernini: non si aspettava un gioco così organizzato e tanta precisione dal tiro. A suo dire, se l’Isernia lavora così, la salvezza è a portata di mano. Sicuramente i segnali positivi ci sono e devono spingere a lavorare meglio e con più serenità.

Domenica si va a Palestrina, per affrontare una delle squadre più forti del girone.

Attachment